Banco Popolare

BANCO & NOI FLASH


L'AZIENDA
Il Banco Popolare è una realtà di 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali. Da 150 anni partecipa alle storie di famiglie e imprese sul territorio: 2,6 milioni di persone per le quali quotidianamente si impegna per sostenerne i progetti, le idee e le aspirazioni.
LA PUBBLICAZIONE
Anno fondazione: 2002

Migrazione online: 2012
Supporto/Distribuzione: web
Periodicità: quotidiano
Destinatari: 17.000
Temi/contenuti: eventi istituzionali, iniziative sui territori, rubriche a carattere ludico
Foliazione media: 48 pagine
Articoli/anno: 950
Supplementi: aperiodici (I Quaderni)
Registrazione tribunale: si
Paese: Italia
Lingua: italiano

 

Volfango Portaluppi
Responsabile comunicazione interna e soci - Banco Popolare

BANCO&NOI, nella sua versione cartacea per tutti i dipendenti del Gruppo Banca Popolare di Verona e Novara, viene registrato presso il tribunale di Verona nel 2002, all'indomani della fusione fra Banca Popolare di Verona e Banca Popolare di Novara, due grosse realtà cooperative del credito, con l'obiettivo di informare, creare coinvolgimento e senso di appartenenza dei dipendenti alla nascente realtà bancaria.
Nel luglio 2007, avvenuta l'integrazione del Gruppo Banca Popolare Italiana e la contestuale nascita del Gruppo Banco Popolare, BANCO&NOI diviene l'house organ di circa 20.000 dipendenti che ricevono copia nominativa del periodico alla propria scrivania per essere informati su accadimenti aziendali, iniziative commerciali, scelte organizzative, studi di settore, riservando una piccola parte a temi ludici come viaggi, cinema, musica, per la redazione dei quali i colleghi stessi possono proporsi. Destinatari del periodico sono anche circa 10.000 persone in quiescenza, con le quali si cerca di mantenere saldo il legame ad una realtà di cui hanno fatto parte a lungo.
Nell'ottobre 2012 BANCO&NOI, l’house organ bimestrale cartaceo, destinato ai dipendenti del Gruppo e al personale in quiescenza è oggetto di un’evoluzione significativa: per i dipendenti del Gruppo, abbandonata la veste cartacea, nasce “BANCO&NOI flash”, quotidiano on line accessibile dalla postazione di lavoro di ogni singolo utente e aggiornato più volte nel corso della medesima giornata. Il taglio editoriale del giornale on line privilegia notizie riguardanti la vita del Banco, iniziative commerciali promosse verso la clientela privata e le piccole medie imprese e quelle a sfondo sociale, realizzate nei territori di radicamento. In piccola parte, sono trattati anche temi afferenti interessi extra professionali, segnalati dai dipendenti del Gruppo: letture, musica, cinema.
Il nuovo quotidiano on line prevede un aggiornamento costante dei contenuti con una pubblicazione media giornaliera di 4/5 notizie, grazie ad una redazione interna e a una rete capillare di referenti distribuiti sui territori di insediamento, in grado di fare da collettore delle informazioni a livello locale. Le notizie appaiono in veste di "lancio" già dalla home page della intranet aziendale, corredate da un'immagine fissa, per la notizia principale e, in versione slider, per le quattro minori.
All'interno del giornale è poi possibile consultare le 5 notizie on line in quel momento, accedere all'archivio delle stesse, fare ricerche per parole chiave, accedere alle diverse sezioni del periodico per una consultazione in base all'area tematica di interesse. Nello specifico, le notizie sono articolate in: "Il nostro mondo", "I nostri territori","Cultura e tempo libero","Rubriche".
BANCO&NOI Flash consente una diffusione tempestiva delle informazioni di interesse aziendale, una fruizione immediata dalla propria postazione di lavoro e favorisce un sostanziale contenimento dei costi di realizzazione, abbattendo di fatto i costi e i tempi di impaginazione, stampa e distribuzione del cartaceo.
Per il personale in quiescenza è stata mantenuta una versione cartacea del periodico, divenuto oggi NOI POPOLARI rivisitato, oltre che nel nome della testata, nel formato, nella grafica, nella periodicità e nel taglio editoriale, con una scelta di contenuti esclusivamente dedicati ai pensionati del Gruppo. Tale intervento ha permesso di alimentare la partecipazione del target di riferimento, grazie alla realizzazione di pezzi, interviste, racconti di esperienze personali, concedendo spazio a temi non strettamente lavorativi.