Primo 'Tascabile' Ascai

Origini, evoluzione e tendenze
della stampa aziendale in Italia


UN VOLUME IN CENTO PAGINE PER CELEBRARE OLTRE CENTO ANNI DI STORIA DELL'EDITORIA D'IMPRESA

Nasceva a Oneglia a fine ‘800 il primo giornale aziendale italiano pubblicato dalla ditta olearia Sasso per dare visibilità all’azienda e ai suoi prodotti. Forse il primo esempio di customer magazine che solo molti anni più tardi sarà imitato e perfezionato da moltissime realtà produttive con l’obiettivo di fidelizzare la propria clientela sul territorio, oltre che di accrescere il senso di appartenenza di quanti lavorano nell’impresa.
Parte da lì il racconto che Ascai (Associazione per lo sviluppo delle comunicazioni aziendali in Italia) ha condensato nell’inedito volumetto di circa cento pagine “Dalla Carta al Web”, curato dal suo Presidente per ripercorrere un lungo cammino della stampa aziendale, esaltante ma anche irto di difficoltà, a cavallo di due conflitti mondiali, di crisi e di riprese, di innovazioni e shock tecnologici che hanno progressivamente rivoluzionato il modo di fare giornalismo d’impresa.
Un fenomeno che si è sviluppato di pari passo con le vicende economiche e sociali del Paese, spesso trascurato dalle cronache, ma ricco di significati che testimoniano il percorso e la crescita culturale di una pubblicistica sui generis, rivolta a una readership speciale rappresentata soprattutto dai dipendenti delle grandi aziende.
Il tutto attraverso testimonianze di persone e fatti raccolte da Ascai nella sua lunga storia: dal boom della produzione editoriale nei ricchi anni Cinquanta, alle tensioni occupazionali e ai conflitti sindacali a cavallo del ventennio seguente, dal successivo rilancio del dialogo con i lettori all’esplosione del culto dell’immagine degli anni Ottanta.
Fino alla più recente rivoluzione tecnologica dei mezzi di informazione, che ha progressivamente trasformato tempi e modalità del fare informazione, anche all’interno degli ambienti di lavoro, ridimensionando nei contenuti e nei format il tradizionale ‘foglio aziendale’ a stampa e decretando la sua inevitabile e irreversibile migrazione verso il digitale.
L’originale ricostruzione storica offerta dal volume di Ascai è accompagnata dai risultati di una approfondita indagine curata dall’Università Cattolica e attualizzata dalle best practice editoriali raccontate dai professionisti della comunicazione di ventidue grandi aziende italiane.